“Il Brigante” a Melfi per il millennio contro i silenzi di storia e informazione

Valvano, Nigro, Manfredelli, Giammarino, Gasparre, Pittella, Melfi

Venerdì 16 e sabato 17: media, movimenti e associazione insieme per discutere di Mezzogiorno e trovare “la risultante” 

di Mimmo Della Corte

Nella ricorrenza dei 1000 anni di Melfi, la storica testata “Il Brigante” organizza per venerdì 16 e sabato 17 marzo 2018 un appuntamento che vedrà incontrarsi informazione, movimenti e associazioni per un sano confronto che dia maggior voce e forza alle istanze del territorio.
Venerdì 16 marzo dalle 16:00 nella Sala Consiliare si discuterà sul tema “Il Sud e i silenzi dell’informazione”: testate giornalistiche ed associazioni meridionaliste, campane e lucane, si confronteranno sull’importanza della comunicazione per le istanze del territorio, ma anche sul rapporto tra informazione locale e nazionale. Dibattito al quale, su invito dei colleghi del periodico che l’ha organizzato, porterò il mio contributo di idee e proposte per il Sud e per l’informazione meridionale, maturato in 40 anni di attività professionale di giornalista e saggista sempre in difesa di queste due realtà.
Al centro della discussione, moderata dal fondatore e direttore della testata multimediale “Il Brigante” Gino Giammarino, saranno poste le difficoltà dell’editoria televisiva, radiofonica e cartacea meridionali contro lo strapotere delle grandi testate nazionali, in parallelo con i silenzi da combattere e squarciare sulle vere esigenze e sulla vera storia dei territori meridionali.
Nell’occasione verrà presentata la nuova rivista di approfondimento della storica testata meridionalista “Il Brigante”, che l’anno prossimo compirà i suoi primi venti anni, battezzata QM (Questione Meridionale), che avrà cadenza trimestrale, affiancando il rinnovato sito web
www.ilbrigante.com e la trasmissione “Brigantiggì”, anch’essa profondamente rivista.
L’evento verrà trasmesso in diretta streaming per dar modo agli assenti di assistere ai lavori.

Sabato 17 marzo, invece, sempre dalle 16:00, ma stavolta trasferendosi presso il Convento di S. Antonio, associazioni e movimenti meridionalisti da tutto il Mezzogiorno si confronteranno per trovare “La Risultante” tra tutte le idee e proposte, nel segno del reciproco RISPETTO tra tutti coloro che si adoperano per la “Causa Meridionale” con onestà intellettuale.