Turismo: Invitalia e ‘Rete di Sviluppo Turistico Costa d’Amalfi’ investono 29,4 milioni per 21 progetti

Amalfi

Turismo, per fortuna, qualcosa comincia a muoversi nel Sud. Invitalia e “Rete di Sviluppo Turistico Costa d’Amalfi” hanno sottoscritto il contratto di sviluppo per migliorare l’offerta turistica della costiera amalfitana. La Rete, costituita nel 2015, si compone di 55 imprese operanti in sinergia per promuovere il marchio “Iamalficoast”. L’investimento complessivo – secondo quanto annunciato in una nota ufficiale dall’azienda – è di 29,4 milioni di euro, a fronte dei quali Invitalia ha concesso agevolazioni per 16,4 milioni. Il progetto è cofinanziato anche dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Regione Campania nell’ambito dell’APQ (Accordo di Programma Quadro) sottoscritto il 22 giugno 2017. In particolare, 27,3 milioni finanzieranno 21 progetti di investimento per ampliare il portafoglio di prodotti e servizi, per accrescere la competitività e destagionalizzare i flussi turistici. I restanti 2,1 milioni saranno investiti in un progetto di innovazione dell’organizzazione per realizzare, tra l’altro, un percorso di fruizione multimediale, un sistema informatico unificato per la gestione delle strutture ricettive e un portale web per presentare un’unica offerta turistica sotto il brand “Iamalficoast”.

Dal progetto cofinanziato anche da Ministero dello Sviluppo economico e Regione Campania ci si attende la nascita di 278 posti di lavoro

Dal progetto ci si attende la nascita di 278 nuov opportunità di lavoro, anche attravarso la valorizzazione dei diversi segmenti del settore turistico: ristorazione, hotel di lusso, trasporto passeggeri via mare, affittacamere. “Questo investimento – ha sottolineato Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia – conferma l’attenzione che rivolgiamo allo sviluppo intelligente dell’offerta turistica, nel Mezzogiorno e, nello specifico in Campania. Visto in una logica di filiera e con una visione comune sugli obiettivi da raggiungere e sulle azioni da mettere in campo. Siamo sempre più convinti che investire sulla bellezza, generi occupazione e benefici per il territorio”. “Siamo orgogliosi di aver costruito questo piccolo miracolo e di aver coinvolto nel progetto non solo un gruppo di aziende ma un intero distretto turistico”, dichiara, inoltre, Andrea Ferraioli, presidente della Rete di Sviluppo Turistico Costa d’Amalfi. “Averlo fatto puntando su temi come la sostenibilità ambientale e l’innovazione è particolarmente gratificante. Devo ringraziare coloro che ci hanno creduto e che nel tempo non hanno mai mollato. Tra questi la stessa Invitalia, che ha “gestito” la nostra novità – una rete di imprese di dimensioni medio/piccole – con pazienza e attenzione. Da oggi parte una fase ancora piu’ impegnativa e stimolante di realizzazione del progetto che – sono certo -offrirà benefici a tutta la nostra comunità”. Speriamo non si tratti soltanto delle solite chiacchiere vuoto a perdere.